il-surriscaldamento-e-la-stagnazione-del-solare-termico F.lli Basso

20 Mag. 24

Come evitare il surriscaldamento e la stagnazione nei sistemi solari termici

Surriscaldamento e stagnazione nei sistemi solari termici sono due fenomeni che potrebbero inficiare sul corretto funzionamento dell’impianto stesso, per questo è bene prevenirli. Ciò è possibile seguendo questa breve guida. Applicare alcune accortezze potrà infatti permetterti di evitare possibili conseguenze sull’efficienza e durata dell’impianto.

Cause del surriscaldamento nei sistemi solari termici

Il surriscaldamento avviene quando l’acqua nei serbatoi di accumulo supera la temperatura massima tollerata. Questo può essere dovuto a un’eccessiva esposizione ai raggi solari o a un utilizzo limitato del sistema.

La stagnazione, d’altra parte, si verifica quando la pompa del circuito interno si ferma e il fluido termovettore si riscalda fino al punto in cui inizia a bollire.

In entrambi i casi, esistono diverse soluzioni per evitarli e preservare l’efficienza del sistema.

Prevenzione del surriscaldamento: termostati e serrande

Per evitare il surriscaldamento, una soluzione efficace è installare un termostato o una sonda. Questi dispositivi rilevano quando la temperatura supera il limite tollerato e fermano automaticamente la pompa, evitando il surriscaldamento. Inoltre, l’installazione di serrande avvolgibili elettriche può aiutare a controllare l’esposizione solare dei pannelli. Quando il termostato rileva una temperatura elevata, le serrande si abbassano per ridurre l’esposizione al sole, abbassando così la temperatura dell’acqua.

È possibile anche attivare manualmente le serrande quando si prevede di essere assenti per un lungo periodo o in caso di condizioni meteorologiche particolari. In questo modo, si riduce il rischio di surriscaldamento quando non si è in grado di monitorare il sistema.

Valvole e centraline: ulteriori misure preventive

Oltre ai termostati e alle serrande, ci sono altre soluzioni per prevenire il surriscaldamento e la stagnazione. Le valvole elettriche a due vie possono rilasciare l’acqua in eccesso quando la temperatura supera il limite tollerato, prevenendo così il surriscaldamento. Nei sistemi più avanzati, esistono collettori con valvole termostatiche anti-stagnazione, che si spengono automaticamente quando la temperatura diventa critica.

Le centraline solari differenziali con funzionalità di raffreddamento sono un altro strumento utile per prevenire la stagnazione. Questi dispositivi regolano il flusso di fluido termovettore nei pannelli solari per mantenere la temperatura entro limiti sicuri.

Si tratta comunque di soluzioni secondarie, perché alla base dovrebbe esserci una giusta progettazione dell’impianto, studiando l’esposizione complessiva dell’edificio su cui installare i collettori solari.

Manutenzione regolare: la chiave per evitare problemi

Una manutenzione professionale che comprenda la pulizia del circuito e il controllo della pressione può identificare e risolvere probabili problemi. Anche se il vostro sistema è dotato di termostati, valvole o centraline, è essenziale effettuarla periodicamente per assicurarsi che tutto funzioni correttamente.

Seguendo questi consigli, potrete godere dei vantaggi del solare termico senza preoccupazioni. Contatta gli esperti di F.lli Basso per valutare la scelta di un sistema termico dalle massime prestazioni.