durezza-dell'acqua-addolcitori- f.lli basso

04 Dic. 23

Durezza dell’acqua domestica: informazioni e curiosità

Spesso sentiamo parlare di acqua dolce e dura, ma cosa significa davvero la durezza dell’acqua? Questo termine, spesso associato a calcare ed elettrodomestici usurati, è in realtà un parametro legato alla qualità dell’acqua potabile, cruciale per la salute. Vediamo insieme tutto quello che c’è da sapere al riguardo e una delle soluzioni: gli addolcitori di acqua.

Cos’è la durezza dell’acqua?

La durezza dell’acqua è un parametro che indica il contenuto di sali di calcio e magnesio disciolti nell’acqua, come carbonati, bicarbonati, solfati, cloruri e nitrati. Questa concentrazione dipende principalmente dall’origine dell’acqua del tuo acquedotto. Ad esempio, le acque sotterranee presentano spesso concentrazioni di calcio superiori a 100 mg/L e di magnesio non superiori a 50 mg/L.

La durezza si concentra quindi sui sali di calcio e magnesio, influenzando e venendo influenzata dal pH dell’acqua e condizionandone il sapore. Queste due sostanze minerali svolgono un ruolo essenziale in numerosi processi organici. Il calcio, ad esempio, è coinvolto nel metabolismo osseo, nella contrazione muscolare, nella coagulazione del sangue e molte altre funzioni vitali.

La scala dei valori dell’acqua dura

È importante calcolare il valore di durezza dell’acqua nella propria abitazione. Le unità di misura comuni includono moli per metro cubo (mol/m³), gradi inglesi (°e), gradi americani (°TH), gradi tedeschi (°dh) e gradi francesi (°F).

In Italia, la durezza dell’acqua è spesso misurata in gradi francesi. La sua scala è la seguente:

  • Fino a 4°F: molto dolce;
  • Da 4°F a 8°F: dolce;
  • Da 8°F a 12°F: mediamente dura;
  • Da 12°F a 18°F: discretamente dura;
  • Da 18°F a 30°F: dura;
  • Oltre 30°F: molto dura.

Durezza consigliata e gli addolcitori

Poiché l’acqua potabile fornisce dal 5 al 20% del fabbisogno di calcio e magnesio giornaliero, è necessario che l’acqua sia dura per un certo valore. Alcune evidenze scientifiche hanno portato l’Italia ad accettare come valore del parametro di durezza minimo 60 mg/L di calcio per le acque addolcite o dissalate. Invece il valore consigliato di riferimento è di 15-50 °F equivalenti a 150-500 mg/L di calcio carbonato, ovvero a 60-200 mg/L di calcio.

Durezza dell’acqua per elettrodomestici

Un’elevata durezza dell’acqua può influire negativamente sulla resa dei saponi e sulla formazione di depositi di calcare. Superati certi valori, si consiglia l’uso di sistemi di addolcimento delle acque. Tra i top di gamma sono presenti gli addolcitori di acqua Lamborghini, che potrai trovare nel nostro negozio.

Per avere maggiori informazioni sul livello di durezza della tua acqua e per valutare l’installazione di un sistema di addolcimento, puoi contattare i nostri esperti al 0832 350101.